Cory Doctorow in Italiano

20 dicembre 2009

Little Brother di Cory Doctorow

Filed under: Recensioni — yanfry @ 13:14
Tags: ,

Cory Doctorow è un giornalista e scrittore canadese, anche noto come blogger  e coeditore del famoso Boing Boing. È un attivista in favore delle leggi che liberalizzano i copyright e sostenitore delle licenze Creative Commons. La maggior parte dei suoi libri sono scaricabili gratuitamente da Internet.Temi ricorrenti della sua opera sono i diritti digitali, la sicurezza informatica e  la tecnologia più in generale. Nel suo ultimo romanzo, Little Brother, non ancora tradotto in Italia (pubblicato a novembre dalla Newton Compton), racconta la storia di un gruppo di hacker poco piu’ che ragazzini che riescono a  mettere in crisi un sistema totalitario che ha preso l’avvento grazie alla paura di attenti terroristici. Richiama esplicitamente, gia’ nel titolo, la famosa opera 1984 di George Orwell.

Da un’intervista di Damien G Walter, guardian.co.uk, Tuesday 25 November 2008, in cui Cory Doctorow spiega perchè non è tanto interessato nel predire il futuro usando la fantascienza, quanto nell’influenzarlo.

” Sono un presentista, ” dice, sorridendo largamente mentre si appoggia all’indietro sulla sua sedia. ” Tutti gli scrittori di fantascienza, che lo ammettano o no,  scrivono metaforicamente sul presente. Estrapolare il futuro significa in  realtà commentare l’oggi.”  Il suo ultimo romanzo, Little Brother, è un manuale contro-culturale per la gioventù moderna, che descrive un teenager pratico di nuove tecnologie, Marcus, alle prese con un sinistro Department for Homeland Security che sta sulle tracce di un attacco terroristico a San Francisco.  E’ ambientato in un futuro romanzato così vicino da essere già qui con noi.

” Il lavoro di uno scrittore di  fantascienza, storicamente, è stato quello  di capire come la tecnologia ed i fattori sociali interagiscono, ” dice, ” come la tecnologia sta cambiando la società. Il compito di un’ attivista è di provare a dirigere questo cambiamento .”  Questa volta il suo messaggio è diretto ai lettori adolescenti che indossano i jeans da skaters  e  T-shirts.  Doctorow  oggi ha voglia di scherzare ” Se non hai letto il Manuale di Cucina Anarchico quando avevi 16 anni non hai anima”, dice. ” Se ancora lo stai leggendo quando hai 36 non hai cercello” (lui stesso ne ha 37, ma anche se ha abbandonato l’ anarchismo,  chiaramente  non si è adagiato nel conservatorismo della mezza età) ” La mia speranza è che Little Brother sia un verbo e non un nome, una cosa da fare, non soltanto un libro da leggere, ” continua. ”  Dove la riflessione sul futuro e l’ influenza su di esso,  convergono”.

Questo desiderio di capire il futuro, il cambiare qui ed ora è ciò che condivide con alcuni dei più grandi scrittori di fantascienza, compresi quelli che cita  come influenze come William Gibson, Neal Stephenson e Bruce Sterling . E’ un  percorso che persegue  dal 1992, quando partecipò a un workshop di fantascienza (Clarion)  di sei settimane diretto da  un altro scrittore di fantascienza interessato  al mondo come è oggi, James Patrick Kelly. ” [Kelly] mi definì  un asshole (cazzone, buco-di-culo) e mi disse che  il mio lavoro di allora era soltanto pirotecnica  verbale senza alcuna profondità, ” dice Doctorow. ” Mi disse che  avevo bisogno  di  imparare a sedermi ad una tastiera e aprire la vena.” Quello fu un  consiglio che gli avrebbe preso circa 5 anni  di trattamento, ma è ciò che  lo ha spinto nella posizione attuale,  in cui  la sua fiction sta guadagnando il suo genere di pubblico e può cominciare a influenzare l’opinione.  ” Le Communities  sono sovrane, ” spiega. ” Se un libro viene adottato come indicatore di identità da un gruppo sociale, guadagna un secondo uso che va oltre la lettura, verso la partecipazione alla comunità che gira intorno a esso”.

Fra i fondatori del blog  Boing Boing,  e in quanto cronista per il Guardian del sito di  tecnologia, Doctorow non è estraneo  ai dibattiti contemporanei sulla sicurezza in Internet, sul copyright elettronico e sulla privacy. In quanto membro dell’Electronic Frontier Foundation, Doctorow inoltre partecipa all’Open Rights Group e alla Participatory Culture Foundation. Ma malgrado le sue preoccupazioni circa  i progetti del governo  di controllare le comunicazioni elettroniche, resta ottimista circa il potenziale della rete. Egli stesso ha usato la rete per costruire un vasto pubblico per il suo romanzo on line, pubblicandolo gratuitamente con licenze Creative Commons sul suo sito Web, Craphound.com.

Il blog: craphound.com/

Il sito: boingboing.net/

Fonte: http://geigerdysf.splinder.com/post/20431045/Little+Brother,+di+Cory+Doctor

Lascia un commento »

Non c'è ancora nessun commento.

RSS feed for comments on this post. TrackBack URI

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: